USAF. Nuovi Droni “usa e getta” per la guerra con Cina e Russia

60

Alcuni esperti della difesa ritengono che i veicoli aerei senza pilota a basso costo e “attraenti”, attualmente in fase di sviluppo, possano sostituire un numero significativo di velivoli militari con equipaggio. Si crede che usare questi aerei più economici significhi non usare altrettanti caccia F-35A, bombardieri B-21 e altri aerei stealth.

Secondo Breaking Defence, non è vero. L’Aeronautica Militare, quella Usa in particolare, ha bisogno di un mix di droni di nuova generazione, e di una grande forza di aerei di quinta generazione per ottenere effetti decisivi nei futuri campi di battaglia. L’Usaf ha recentemente annunciato l’assegnazione di contratti per lo sviluppo di software di intelligenza artificiale e delle tecnologie associate per un nuovo tipo di velivoli chiamati Uav attrattivi a basso costo. Questi velivoli dotati di intelligenza artificiale saranno in grado di collaborare con altri velivoli con e senza equipaggio per contrastare le forze aeree nemiche, condurre una guerra elettronica, fungere da sensori e piattaforme di comunicazione e colpire i bersagli con precisione.

L’Usaf chiama questi Uav “attrattivi” perché sono progettati per volare un numero limitato di sortite e hanno costi unitari che vanno da 2 a 20 milioni di dollari a seconda dei loro sistemi di missione. Questo li rende abbastanza convenienti da poter essere utilizzati in ambienti ad alto rischio, dove il rischio di essere abbattuti è troppo alto per i velivoli con equipaggio. Senza dubbio, l’acquisto di un numero significativo di simili droni a basso costo aumenterà le dimensioni del parco aerei da combattimento. Si tratta di droni simili all’XQ-58 Valkyrie.

Poiché sono stati progettati per essere lanciati da un sistema di lancio su rotaia da container e possono essere recuperati dopo una sortita con il paracadute senza usare una pista, questi Uav ridurranno anche la dipendenza dell’Usaf dall’uso di campi d’aviazione. «Si tratta di una nuova capacità critica, dal momento che gli attacchi missilistici cinesi o russi contro le basi aeree in teatro durante la difesa potrebbero degradare gravemente il tempo di combattimento del servizio», riporta il blog Usa.

Gli UAV attrattabili – il loro costo relativamente basso, le lunghe distanze e le dimensioni adatte alle operazioni senza pista – li rendono preziose capacità complementari e additive, non sostitutive per i velivoli di quinta generazione. In molti modi, l’acquisto di questi Uav aiuterà l’Aeronautica Militare Usa a creare un mix di capacità per le operazioni in tutto lo spettro di un conflitto. Ma non potranno sostituire la presenza di aerei a “guida umana”

L’Usaf dovrebbe e deve sviluppare una famiglia di Uav che gli permetta di fare ciò che oggi non può fare, come condurre operazioni di squadra su larga scala con equipaggio e generare sortite indipendenti dai campi di aviazione. Questo tipo di massa e flessibilità si rivelerà essenziale in un conflitto con la Cina o la Russia.

Tommaso Dal Passo