USA. Xi propone maggiore coordinamento agli USA

35

Di cosa ha parlato il presidente cinese Xi Jinping con Donald Trump a Mar a Lago per portare avanti i legami Cina-Usa da un nuovo punto di partenza?

«Ci sono mille motivi per rendere il rapporto Cina-USA un successo, e non una sola ragione per romperlo», ha detto Xi al suo primo incontro con Trump. Xi ha invitato Trump a fare una visita di Stato in Cina prima della fine dell’anno. Trump ha accettato l’invito e ha detto che si aspetta di visitare al più presto, riporta China Daily.

Xi e Trump hanno parlato molto vis a vis del progresso compiuto nei legami bilaterali e hanno deciso di spingere per un maggiore sviluppo delle relazioni da un nuovo punto di partenza.

Xi ha detto che i legami bilaterali, partiti 45 anni fa, hanno portato enormi benefici pragmatici ai due popoli. Simili legami richiedono profondità di pensiero, volontà politica e impegni storici ai leader dei due paesi per sviluppare ulteriormente i legami nei prossimi 45 anni, ha aggiunto Xi.

Trump ha detto che i due paesi condividono grandi doveri e devono mantenere contatti e coordinamento sulle principali questioni. Ha anche confermato l’intenzione di costruire un buon rapporto di lavoro con Xi e una maggiore sviluppo delle relazioni degli Stati Uniti con la Cina.

Per quanto riguarda gli scambi bilaterali di alto livello, Xi ha detto che le due parti «dovrebbero fare pieno uso» dei meccanismi di dialogo ad alto livello su diplomazia e sicurezza, economia, rispetto del diritto e sicurezza informatica, società e cultura.

Xi ha detto di «allargare il settore della cooperazione, stipulando liste per la cooperazione prioritaria e raggiungere così più risultati». I due paesi devono affrontare adeguatamente questioni delicate e costruttive nel gestire e controllare le loro differenze, ha aggiunto il presiedete cinese.

Sul fronte economico, Xi ha detto che le due nazioni dovrebbero promuovere un trattato bilaterale di investimento e lo sviluppo sano di scambi e investimenti. Inoltre, i due paesi potrebbero anche esplorare e intraprendere la cooperazione pragmatica in settori, tra cui la costruzione di infrastrutture ed energia.

I due leader si sono quindi scambiati le priorità, e hanno discusso di questioni regionali all’ordine del giorno.

Xi ha detto che le due nazioni dovrebbero rafforzare la comunicazione e il coordinamento sulle principali questioni internazionali e regionali e promuovere congiuntamente il corretto indirizzamento e la liquidazione di simili questioni. Si potrebbe anche ampliare la cooperazione nella gestione delle sfide globali quali la non proliferazione nucleare e il contrasto sui reati transnazionali, rafforzando la cooperazione e il coordinamento all’interno dei meccanismi multilaterali come le Nazioni Unite, il G20 e la Cooperazione Economica Asia Pacifico.

Luigi Medici