USA. Trump rottama l’eredità di Reagan e Gorbachov

45

L’amministrazione Trump si sta preparando a dire alla leadership russa che sta progettando di uscire dal trattato sulle forze nucleari a medio raggio, in parte per consentire agli Stati Uniti di contrastare l’accumulo di armi cinesi nel Pacifico, secondo i funzionari statunitensi e i diplomatici stranieri.

Stando a The Indian Express, il presidente Donald Trump si è mosso verso la rottamazione del trentennale trattato, nato dall’incontro del presidente Ronald Reagan con Mikhail Gorbaciov nel 1986. Anche se il trattato è stato considerato efficace per anni, la Russia lo avrebbe violato almeno dal 2014, e il patto ha anche impedito agli Stati Uniti di dispiegare nuove armi per rispondere agli sforzi della Cina di consolidare una posizione dominante nel Pacifico occidentale e per tenere a bada le forze navali statunitensi. Poiché la Cina non è stata firmataria del trattato, non ha subito alcun limite allo sviluppo di missili nucleari di media gittata.

La Casa Bianca ha detto che nessuna decisione ufficiale era stata presa sull’Inf, che al momento della firma fu considerato un passo critico nel disinnescare le tensioni della Guerra Fredda. Nelle prossime settimane, Trump dovrebbe firmare la decisione e sarà la prima volta che Washington esce da un trattato sul controllo delle armi.

Mentre la Russia ha sorvolato l’Europa con bombardieri e ha condotto esercitazioni militari terrestri ai suoi confini con gli stati ex sovietici, gli Stati Uniti e i suoi alleati della Nato hanno fatto ruotare le forze attraverso i paesi minacciati. L’Ucraina è diventata un campo di battaglia di basso livello, con guerra a bassa intensità a terra e un conflitto cyber quotidiano. La Cina e gli Stati Uniti si contendono la posizione intorno alle barriere coralline nel Mar Cinese Meridionale che Pechino ha trasformato in basi militari, ed entrambi si stanno preparando a qualsiasi possibilità di guerra nello spazio.

Il consulente per la sicurezza nazionale Usa, John R. Bolton, avvertirà il presidente russo, Vladimir Putin, che gli Stati Uniti prevedono di lasciare il trattato.  

Scomparso il trattato, tornerà un clima da guerra fredda?

Antonio Albanese