USA. Rinasce la Seconda Flotta contro la Russia

118

La Marina degli Stati Uniti creerà nuovamente la sua seconda flotta, responsabile per l’Oceano Atlantico settentrionale, dopo quasi sette anni dal suo scioglimento, poiché il Pentagono pone la Russia al centro della sua strategia militare. Il comando, che avrà sede a Norfolk, Virginia, avrà inizialmente 15 dipendenti e alla fine si espanderà a oltre 200 persone, hanno detto i funzionari. Non sono ancora state prese alcune decisioni, come quella su chi la comanderà e su quali forze attive potrà contare.

Nel 2011 la flotta fu dismessa per ragioni economiche e di struttura organizzativa. Da allora, tuttavia, la Russia è diventata più assertiva, aumentando la sua presenza militare in conflitti come quelli in Ucraina e Siria, e le tensioni tra Mosca e Washington sono aumentate, riportano Reuters e Bbc. All’inizio del 2018, l’esercito statunitense aveva puntualizzato nella nuova strategia di difesa nazionale che in confronto con la Russia, insieme con la Cina, sarebbe stata una priorità, riportando contro due stati nazionali le priorità di difesa dopo oltre un decennio di lotta contro i militanti islamici.

Nel presentare la nuova strategia, il Segretario alla Difesa Jim Mattis definì Cina e Russia «potenze revisioniste che cercano di creare un mondo coerente con i loro modelli autoritari». La Russia ha aumentato la sua presenza navale nel Mar Baltico, nell’Atlantico settentrionale e nell’Artico, anche se le dimensioni della sua marina sono oggi inferiori a quelle sovietiche dell’epoca della Guerra fredda. Comunque, da quando è entrato in carica l’anno scorso, il presidente Donald Trump ha cercato di costruire legami più forti con il presidente russo Vladimir Putin, ma le relazioni si sono invece allentate viste le accuse di ingerenza russa nelle elezioni presidenziali americane del 2016, il presunto avvelenamento da parte della Russia di un ex doppio agente in Gran Bretagna e il sostegno di Putin al governo siriano del presidente Bashar al-Assad in Siria.

Il Pentagono ha, inoltre, annunciato che si sarebbe offerto di ospitare un comando congiunto della Nato presso le sue strutture navali a Norfolk. Gli Stati Uniti e la Germania si erano offerti di ospitare uno dei due nuovi comandi proposti dalla Nato per scoraggiare la Russia.

Anna Lotti