USA. Rafforzata la squadra Democrat anti Trump

47
LOS ANGELES, CA.-JULY 29, 2014: President of NextGen Climate Tom Steyer visits LAC and USC Medical Center in Los Angeles on July 29, 2014. The founder of Farallon Capitol hedge fund, which he sold, Steyer is now deeply involved environmental issues. (Photo by Anne Cusack/Los Angeles Times via Getty Images)

Il miliardario liberal statunitense Tom Steyer, amico e sostenitore di Obama e Clinton, sta assumendo un esercito di oltre 50 “operatori politici” esperti per potenziare la campagna a favore de Democrats tesa ad ottenere il controllo della Camera degli Stati Uniti quest’anno e «rimuovere Trump dal potere».

Steyer (nella foto), 60 anni, è il fondatore di “Need to impeach” campagna politica che ha lo scopo far dimettere l’attuale presidente Donald Trump ha annunciato che sta creando un team di 50 strateghi politici e esperti della comunicazione per coordinare la sua campagna, riporta il sito conservatore Usa, WordlNetDaily.

La campagna di Steyer si è aperta lo scorso anno con una dotazione di 20 milioni di dollari; ora il miliardario Usa ha promesso di raddoppiare l’importo e di spendere anche 30 milioni di dollari attraverso la sua creazione NextGen America.

Il team antiTrump, riporta il sitoUsa, sta aggregando migliaia di nuovi sostenitori ed attivisti che si stanno mobilitando «per riprendere la Camera dei Rappresentanti nelle elezioni del 2018 e rimuovere Trump dal potere», recita un comunicato di “Need to Impeach”.

Nel passato politico di Steyer, c’è una candidatura a diventare segretario per l’energia durante l’Amministrazione Obama; il miliardario ha già speso 10 milioni di dollari per bloccare, senza esito, il pacchetto di riforma fiscale Trump e ha contribuito con circa 90 milioni di dollari alle candidature e alle cause del Partito Democratico nel 2016.

Steyer è stato un procacciatore di fondi per Barack Obama durante le elezioni presidenziali del 2008.

Il miliardario è anche un attivista ambientale e ha organizzato  raccolte fondi anche per l’ex candidato del partito democratico Hillary Clinton. Steyer ha definito Trump un «pericolo chiaro e definito» e ha affermato che il presidente è mentalmente instabile.

Stanno poi circolando vocio ambito Democrat su possibili ambizioni per la la Casa Bianca di Steyer alle presidenziali del 2020.

«La nostra campagna è entrata in una nuova fase di impatto sociale», ha dichiarato Steyer  «La squadra che ho messo insieme condurrà una delle più grandi iniziative recenti di mobilitazione politica, muovendo i sostenitori per eleggere deputati che siano disposti a mettere l’interesse dalla nazione prima di quello del partito. Il “Need to Impeach” team lo sta facendo».

Luigi Medici