USA. Potremmo perdere la guerra con la Corea del Nord

447

Gli Stati Uniti potrebbero perdere una guerra con la Corea del Nord se scoppiasse domani. L’affermazione è stata fatta da un ex comandante dell’esercito americano, il generale Jan-Marc Jouas, che è stato vice comandante delle forze Usa in Corea del Sud. Dal gennaio 2012 al dicembre 2014, Jouas è stato coinvolto nella formulazione di piani per contrastare un attacco nordcoreano alla Corea del Sud: «Questa minaccia era la più pericolosa che avessi affrontato dalla fine della Guerra Fredda, e pianificarla è stato il problema più difficile che avessi incontrato nei miei 35 anni di carriera», ha detto.

«Le truppe degli Stati Uniti si troverebbero in numero “enormemente” inferiore a quello dell’esercito di Kim Jong-un e con scarsi rifornimenti, ha detto Jouas in una lettera indirizzata a deputati Ted Lieu e Ruben Gallego e al senatore Tammy Duckworth, tutti ex ufficiali Usa, riportano il britannico Mirror e lo statunitense Newsweek, che hanno espresso la loro preoccupazione per la posizione del presidente Trump sulla Corea del Nord e la sua guerra di parole con Kim.

«Le forze dovrebbero affrontare anche attacchi con armi chimiche e complicazioni per evacuare le persone al di fuori della penisola», ha aggiunto. L’ex generale ha poi aggiunto: «Il personale delle 28.500 Forze Armate Usa, nella Corea del Sud è largamente superato dalle forze nordcoreane, così come dalle forze sudcoreane che condurranno la stragrande maggioranza dei combattimenti (…) A differenza di ogni conflitto dall’ultima guerra coreana, non saremo in grado di costruire le nostre forze prima dell’inizio delle ostilità».

Jouas ha espresso la preoccupazione che anche un’azione militare limitata contro il regime del Nord avrebbe portato a una guerra su vasta scala, ma probabilmente non avrebbe distrutto completamente la capacità nucleare di Kim Jong-un. Secondo Jouas, in Corea del Sud ci sarebbero sulla carta circa 28.500 cittadini statunitensi, ma questo numero è via via diminuito.

«Si svilupperà un’enorme crisi per le vittime e le evacuazioni che coinvolgerà oltre 100.000 americani non combattenti, molti dei quali si rivolgeranno alle forze statunitensi per farli uscire dalla penisola», ha scritto Jouas.

Il Segretario alla Difesa statunitense James Mattis, anche lui proveniente dalle Forze Armate Usa, ha detto che una guerra tra gli Stati Uniti e la Corea del Nord sarebbe «catastrofica».

Antonio Albanese