Malware nelle banche USA

7

STATI UNITI D’AMERICA – Washington 07/08/2016. Il 75% delle più grande 20 banche degli Stati Uniti sono infettate da malware.

SecurityScorecard, riporta Helnetsecurity, ha pubblicato 2016 Financial Cybersecurity Report, un’analisi che illustra le vulnerabilità di sicurezza informatica di oltre settemila istituzioni finanziarie comprese le banche di investimento, le società di gestione del risparmio, e le principali banche commerciali.
La banca commerciale americana con il più basso livello di sicurezza è una delle top 10 degli Stati Uniti, per fatturato; solo uno delle 10 più grandi banche, Bank of America, ha ricevuto una “A”; il 95 per cento dei 20 banche commerciali degli Stati Uniti, per fatturato, hanno avuto una “C” o meno
Il 75 per cento dei 20 banche commerciali Usa sono infettate da malware; tra i malware scoperti all’interno ci sono Ponyloader e Vertexnet. Tra le migliori in sicurezza It ci sono Goldman Sachs, Cambio Bank, Bnp Paribas Fortis e Banco Popolare. La società ha inoltre analizzato i feedback di sicurezza specifici di Scottrade, Bangladesh Bank, e CharlesSchwab, vittime recenti di violazioni dati. «Nonostante le principali istituzioni finanziarie spendano miliardi di dollari ogni anno per la sicurezza informatica, nel settore finanziario quei dollari potrebbero essere spesi in modo più efficace. È necessario un maggior livello di protezione, fatto che dovrebbe essere una preoccupazione per clienti e partner», si legge nel documento.