USA. L’industria USA lascia Trump?

146

La relazione tra la leadership economica degli Usa e l’amministrazione di Donald Trump si sarebbe raffreddata dopo l’abbandono del trattato sul clima di Parigi, la mancata progressione del suo programma e la possibile scossa legata al Russiagate alla Casa Bianca.

La sfilata dei principali dirigenti d’azienda nella West Wing della Casa Bianca si è fermata e un incontro tra i dirigenti guidati dal Ceo di Blackstone Stephen Schwarzman previsto per la prossima settimana è stato annullato a causa di conflitti, riporta il periodico Politico.

Nel frattempo, il Ceo di Tesla, Elon Musk (A sinistra nella foto), quello della Disney, Bob Iger, hanno lasciato l’incarico come consulenti esterni per il presidente americano dopo il suo rigetto del trattato sul clima di Parigi. Altri hanno pubblicamente denunciato l’amministrazione di Trump sulla decisione, tra cui il Ceo di Goldman Sachs, Lloyd Blankfein, un ex collega di molti dirigenti dell’amministrazione, che hanno definito la decisione di Parigi come un «passo indietro per l’ambiente e per la posizione di leadership degli Stati Uniti nel mondo», riporta il periodico Usa. Stando al giornale, sarebbe forte la delusione per la mancanza di progressi nell’agenda di Capitol Hill, inclusa l’abrogazione di Obamacare e i tagli fiscali.

La Casa Bianca ha negato che la collaborazione con le principali società statunitensi si sia raffreddata, insistendo sul fatto che la flessione iniziale delle riunioni fa parte di una spinta volta a creare linee di comunicazione entro i primi 100 giorni.

Secondo l’Amministrazione Trump l’accordo di Parigi avrebbe rallentato l’economia statunitense: «Il presidente sta mantenendo la sua promessa lavorando per nuovi o migliori affari per l’America», è la versione ufficiale affidata a una dichiarazione della Casa Bianca.

Nel frattempo, l’Amministrazione starebbe pianificando un vertice con i Ceo delle industrie tecnologiche alla Casa Bianca per il 19 giugno per discutere della modernizzazione dei sistemi governativi, uno sforzo guidato dal figlio di Trump e da Jared Kushner al centro dello scandalo del Russiagate e sotto indagine da parte del Fbi, riporta Press tv.

Lucia Giannini