USA. Le macchine automatiche di UBER

38

di Lucia Giannini STATI UNITI D’AMERICA – San Francisco 20/12/2016. Le autorità di San Francisco hanno ordinato a Uber di ritirare dalla circolazione le sue vetture automatiche perché illegali, ma la compagnia si rifiuta di toglierle dalle strade fino ad ora.
La società ha iniziato a testare i veicoli la scorsa settimana riporta la Bbc, ma il dipartimento Veicoli motorizzati ha detto che l’impresa deve avere un permesso per effettuare le prove.
Uber ha replicato che non ne ha bisogno in quanto è presente un autista di sicurezza al volante; l’ufficio del procuratore generale della California ha però detto a Uber che deve cessare le prove immediatamente o subire le conseguenze. Altre aziende in California, come Google, hanno chiesto e ottenuto il permesso che costa 150 dollari per 10 veicoli; veicoli addizionali possono essere aggiunti ad un costo di 50 dollari per ogni ulteriori 10 veicoli.
Lo scorso 16 dicembre il vicepresidente di Uber Advanced Technologies, Anthony Levandowski ha detto che la società ha “rispetto” per l’autorità, ma che i regolamenti sono irrilevanti per le sue vetture; a suo avviso il permesso vale solo per le auto che potrebbero funzionare «senza il controllo fisico attivo o il controllo di un operatore umano»; le vetture di Uber hanno bisogno di un essere umano anche se la società intende ancora fare riferimento ai veicoli come autoveicoli autoguida.