USA. HRW chiede a Washington di non vendere più armi a Riad

88

di Tommaso dal Passo STATI UNITI D’AMERICA – New York 05/12/2016. Human Rights Watch, Hrw, ha rinnovato a fine novembre la richiesta a Washington di fermare «immediatamente» fermare la vendita di armi al regime saudita e rivedere la partecipazione delle forze statunitensi nei raid aerei contro lo Yemen.

In una lettera al presidente uscente degli Stati Uniti Barack Obama, firmata da Sarah Margon, direttore Hrw, si afferma che gli Stati Uniti «continuano a inviare miliardi di dollari in armi in Arabia Saudita”, mentre Riad e i suoi alleati bombardano, case, scuole , ospedali e funerali in Yemen (…) Il presidente Obama ha un’ultima possibilità di cambiare la politica statunitense verso l’Arabia Saudita e lo Yemen fermando immediatamente le vendite di armi (…) e rivedendo la partecipazione delle forze Usa in molti attacchi aerei (…) della coalizione».
L’Arabia Saudita ha avviato la campagna di bombardamenti marzo 2015 per reinstallare dello Yemen l’ex presidente Abd Rabbuh Mansur Hadi; nel 2015 gli Usa hanno approvato più di 20 miliardi di dollari in vendite militari al regno saudita.
Hrw ha elencato 58 attacchi aerei sauditi «apparentemente illegali», e 16 attacchi che hanno visto l’utilizzo di munizioni a grappolo, internazionalmente vietate.