USA. Gli F35 dislocati in Europa

224

Il Pentagono ha dispiegato i jet da combattimento di quinta generazione F-35A in Europa dallo scorso fine settimana.

Il Dipartimento della Difesa ha detto che gli F-35A Lightning II sono in Europa per condurre una serie di attività di formazione per diverse settimane, come parte dell’Iniziativa Europea di Rassicurazione, riporta Ria Novosti.

Nel comunicato del Dipartimento della Difesa fatto uscire la scorsa settimana, si legge che: «La Us Air Force implementerà un piccolo numero di aerei F-35A Lightning II in questo fine settimana per una distribuzione a lungo pianificata di formazione in Europa».

Il Pentagono ha detto fin dall’inizio che si tratta di una «progressione naturale» del programma F-35 e consentirebbe di dimostrare le capacità operative dei velivoli. Gli F35 fino ad ora hanno avuto una serie di problemi che ne hanno caratterizzato la vita operativa.

«Serviranno anche a raffinare i requisiti per poi far stazionare direttamente il F-35A in Europa, che dovrebbe ricevere l’aereo all’inizio del 2020», aggiungeva il comunicato.

Il F-35 Lightning II è un jet da combattimento di quinta generazione, che combina capacità stealth avanzate con velocità e agilità tipiche di un aereo da caccia, in grado i operare direttamente nella Rete. Esistono tre varianti del jet F-35 nella Air Force (F-35 A), nella Marina (F-35C), nei Marines (F-35B).

È previsto che gli F-35 siano distribuiti in Europa su base permanente agli inizi del 2020.

La creazione dell’Iniziativa Europea Rassicurazione, Eri, è stata annunciata dal presidente degli Stati Uniti Barack Obama nel 2014 come risposta alla “minaccia russa”. L’Eri è stata poi dotata di fondi con il bilancio del 2015, per un anno, con un miliardo di dollari come risposta alle emergenze.

Accanto agli Stati Uniti, il caccia è stato ordinato da una serie di paesi: Gran Bretagna, Australia, Italia, Turchia, Norvegia, Paesi Bassi, Giappone, Corea del Sud e Israele.

Tommaso dal Passo