Omosessuali: Erdogan sta con gli USA

14

TURCHIA – Ankara 29/06/2015. Il partito Nour ha lanciato un duro attacco via social a Recep Tayyip Erdogan, il presidente turco per il suo sostegno alla decisione della Corte Suprema che consente il matrimonio tra persone dello stesso sesso in tutti gli Stati Uniti, considerandolo come un diritto.

Nour e altri movimenti, attraverso i loro forum e le loro pagine, riporta albawabhnews.com, sostengono che ciò porterebbe alla diffusione di «dissolutezza e immoralità».
I post di condanna sono accompagnati da foto di cerimonie di partito in cui il presidente turco partecipa ad una conferenza per sostenere i diritti degli omosessuali e la loro partecipazione alla vita normale, sottolineando che la Turchia occupa una posizione avanzata nel riconoscimento dei diritti dei gay, nonostante sia uno Stato islamico governato dal partito di orientamento islamico Giustizia e Sviluppo. L’accusa mossa è anche politica: dopo la sconfitta elettorale, trovare nuovi voti e per farlo Erdogan sta contraddicendo quanto detto in precedenza.