Carri armati USA per Riad

80

STATI UNITI D’AMERICA – Washington 10/08/2016. Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha approvato la vendita di oltre 130 carri armati Abrams armati, 20 veicoli blindati e altre attrezzature, per un valore di circa 1,15 miliardi di dollari, all’Arabia Saudita.

Lo ha reso noto il Pentagono il 9 agosto. L’approvazione per la vendita, riprova Arabian Business, arriva in un momento in cui l’Arabia Saudita sta guidando una coalizione militare a sostegno delle forze yemenite fedeli al governo in esilio del presidente Abd-Rabbu Mansour Hadi che sta cercando di cacciare le forze degli Houthi dalla capitale yemenita, Sanaa.
La Security Cooperation Agency della Difesa statunitense che supervisiona le vendite di armi all’estero, ha detto che General Dynamics sarà il contraente principale per la vendita, che la vendita contribuirà alla sicurezza nazionale, migliorando la sicurezza di un partner regionale.
«Questa vendita aumenterà L’interoperabilità del Royal Arabian Land Forces con le forze Usa e concretizzare l’impegno Usa per la sicurezza del paese alleato e per l’ammodernamento delle forze armate dell’Arabia Saudita», si legge in una inviata ai legislatori e pubblicata sul suo sito web.
I legislatori Usa hanno 30 giorni di tempo per bloccare la vendita, anche se una simile azione è rara.