L’Uruguay è “un paese per vecchi”

163

URUGUAY – Montevideo 07/04/2016. L’Uruguay ha la più grande percentuale di persone oltre i 60 anni di qualsiasi paese dell’America Latina, secondo uno studio congiunto della Banca Mondiale e la Commissione economica delle Nazioni Unite per l’America Latina e i Caraibi pubblicato a Montevideo.

Nel 2015, secondo lo studio, le persone cha hanno 60 anni e oltre rappresentano il 19 per cento della popolazione dell’Uruguay, mentre il tasso di natalità del paese è sceso al di sotto del livello di sostituzione nel 2004 ed è rimasto lì. «L’analisi (…) ci permette di concludere che l’avanzamento del processo di transizione demografica avrà un impatto negativo sulle possibilità di crescita dell’economia uruguayana in relazione a quanto osservato negli ultimi dieci anni», si legge nello studio. Lo studio indica la necessità per l’Uruguay di espandere la sua popolazione attiva, aggiungendo che la nazione sudamericana ha un tasso di forza lavoro femminile «inferiore rispetto a molti paesi sviluppati» e viene anche citata l’importanza di migliorare la transizione fra scuola e lavoro per i giovani, e di incoraggiare i lavoratori anziani a rimanere sul posto di lavoro più a lungo.