URUGUAY. Montevideo spera negli investimenti cinesi

77

Il ministro dell’Industria, dell’energia e delle miniere dell’Uruguay guiderà una delegazione in Cina per cercare di espandere la cooperazione in materia di tecnologie dell’informazione e delle comunicazioni; lo ha annunciato il direttore dell’Agenzia del paese sudamericano per il commercio del Sud America e la promozione degli investimenti.

I funzionari di Montevideo prevedono l’esportazione di software e servizi IT in Cina, in tandem con gli investimenti cinesi nel settore hi-tech uruguaiano, ha detto il direttore esecutivo di Uruguay XXI, Antonio Carambula, riporta Efe.

«La Cina è oggi una delle principali fonti di investimento nel mondo e speriamo che l’attuale periodo positivo nelle relazioni tra i paesi contribuisca a portare maggiori investimenti nel nostro paese», ha dichiarato Carambula a Radio Uruguay.

La missione, che inizierà il 31 gennaio e terminerà il 6 febbraio, porterà il ministro Carolina Cosse e la sua delegazione a Shenzhen e Pechino. Sono previsti colloqui con aziende come: Huawei, Tencent, DJI e Baidu, secondo l’ordine del giorno pubblicato dalla Camera uruguaiana dell’Information Technology.

La visita ufficiale del presidente Tabare Vazquez, avvenuta nel 2016 in Cina (nella foto), ha incluso la firma di «un accordo di partenariato strategico che sta ora dando i suoi frutti», ha detto Carambula, indicando un aumento del numero di funzionari cinesi e rappresentanti delle imprese in viaggio in Uruguay. Cina e Uruguay stanno facendo «un sacco di progressi» e presto si arriverà ad un accordo commerciale, ha detto il direttore di Uruguay XXI. «C’è la volontà di raggiungere un accordo», ha dichiarato Carambula, aggiungendo che «è importante concludere un accordo e, da lì, far avanzare ed espandere altri accordi”».

Il China-Lac 2017 Business Summit, che si è tenuto a fine anno nella città uruguayana di Punta del Este, è stato infatti una “grande vetrina” per il paese sudamericano e per l’America Latina. Il vertice, considerato la principale riunione di business tra Cina, America Latina e Caraibi, si è svolto dal 30 novembre al 2 dicembre presso il Convention Center a Punta del Este con la partecipazione di più di 500 aziende.

Maddalena Ingroia