Budapest si batte per il Turkish Stream

34

UNGHERIA – Budapest 22/02/2015. Il primo ministro ungherese Viktor Orban ha detto che il suo Paese sta lottando per ottenere il via libera da parte dell’Ue per le forniture di gas attraverso il gasdotto Turkish Stream, proposto dalla Russia.

L’Ungheria sta compiendo ogni sforzo per assicurare che l’Unione europea sia d’accordo ad aprire la nuova via per le forniture di gas russo verso l’Europa attraverso il Turkish Stream proposto dalla Russia, ha detto Viktor Orban al quotidiano russo Kommersant il 21 febbraio.
«Ci sono diversi concetti che si trovano sul tavolo in Europa. C’è una competizione tra le varie proposte. Quindi è necessario (…) lottare per il successo della nostro idea» ha detto il primo ministro ungherese. L’Ungheria è stata uno dei paesi che avevano aderito al precedente progetto del gasdotto russo “South Stream”, progettato per il trasporto di gas naturale dalla Russia verso l’Unione europea attraverso il Mar Nero. Il progetto è stato abbandonato a dicembre 2014. Allo stesso tempo, la Russia ha annunciato la sua proposta per la costruzione di un nuovo gasdotto in direzione della Turchia e di costruire un hub del gas per i consumatori europei sul confine con la Grecia.