Un pezzo del corridoio Nord-Sud attivo nel 2017

48

di Lucia Giannini IRAN – Teheran 21/11/2016. La linea ferroviaria Qazvin-Rasht, nel nord dell’Iran dovrebbe entrare in funzione entro agosto 2017.

L’agenzia Irna riporta le dichiarazioni del portavoce del governo e vertice dell’Organizzazione Gestione e Pianificazione dell’Iran, Mohammad Baqer Nobakht, secondo cui la ferrovia di 164 km sarà inaugurata prima che termini il mandato del presidente Hassan Rouhani.

Hassan Rouhani si è insediato ad agosto 2013 e il suo mandato è di quattro anni. La ferrovia in costruzione è una parte del corridoio di trasporto Nord-Sud che collega il Nord Europa con sud-est asiatico attraverso l’Iran e l’Azerbaigian.

Il progetto dovrebbe favorire lo sviluppo delle economie dei due paesi coinvolti, in primis, e dei loro confinanti, che si trovano lungo la linea ferroviaria e la regione nel suo complesso.

Nella fase iniziale, si prevede una capacità di trasporto di 5 milioni di tonnellate di merci attraverso il corridoio Nord-Sud all’anno, per poi aumentare a oltre 10 milioni di tonnellate.

In aggiunta ai suoi aspetti internazionali, il corridoio avrà un ruolo significativo nella riduzione dei costi di trasporto oltre che dell’espansione del volume del fatturato del commercio tra l’Iran e l’Azerbaigian.