Send in the clowns! Ukip vince le elezioni

31

REGNO UNITO – Londra 4/5/13. Lo Uk Independence Party (Ukip), partito anti-europeo ha registrato un sensibile incremento nelle elezioni.

Ukip, che ha nel suo programma l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione europea e la fine della “immigrazione porta aperta”, ha annunciato che più di 1 milione di persone hanno votato a suo favore per approvare la sua politica: si tratta del miglior risultato per un partito di fuori dei tre grandi dalla seconda guerra mondiale.

Ukip si è anche spinto tra i conservatori di Cameron, nell’elezione per un seggio parlamentare nazionale in una tradizionale roccaforte laburista nel nord dell’Inghilterra, in cui la maggioranza del Labour si è quasi dimezzata rispetto a tre anni fa.

«Si è propagata un onda d’urto, attraverso le istituzioni», ha detto Nigel Farage, l’ex commerciante di materie prime divenuto uomo politico che guida Ukip.

Cameron aveva definito Ukip come «un insieme di torte alla frutta, matti e razzisti», mentre uno dei suoi ministri lo aveva definito «un gruppo di clown» prima del voto.

“Send in the clowns” (Fate entrare i clown) è stato lo slogan che Farage ha lanciato a Sky News. «Siamo stati maltrattati da tutti, attaccati da tutto l’establishment che ha fatto del suo meglio per fermare persone ordinarie e oneste dal votare l’Ukip, che ha fatto davvero grandi numeri».

Parlando dopo il voto, Cameron ha cambiato tono, dicendo che era “inutile” insultare un partito che la gente aveva votato: «Abbiamo bisogno di mostrare rispetto per le persone che hanno scelto di sostenere questo partito e abbiamo intenzione di lavorare sodo per vincere di nuovo», ha poi aggiunto il premier. La vittoria di Ukip aumenterà certamente la pressione su Cameron fatta dal suo stesso partito per prendere una posizione più dura su Europa e immigrazione. I risultati suggeriscono che Ukip potrebbe dividere il voto di centro-destra alle prossime elezioni nazionali. Ciò renderebbe più difficile per Cameron vincere sui Labour.

Se i risultati rischiano di rinfocolare le domande sulla leadership di Cameron accusato di essere troppo liberale, gli stessi toccano anche il leader laburista Ed Miliband, che deve affrontare il crescente sostegno a Ukip nelle tradizionali roccaforti del lavoro.

Anche i Lib-Dem, junior partner della coalizione di Cameron, non hanno fatto una grande riuscita all’elezioni. Hanno avuto così pochi voti nel South Shields, da perdere di fatto il proprio bacino elettorale.

Nick Clegg ha detto di riuscire a capire i motivi per cui gli elettori sono stati attratti dalle «risposte semplici» di Ukip, ha poi aggiunto che Ukip non ha le soluzioni ai «problemi complessi» del Regno Unito.

Ukip ha vinto 147 seggi, un più otto rispetto al 2009, e i suoi critici affermano che il suo successo significa che il partito sarà sempre più sotto controllo e che gli elettori alla fine scopriranno che non ha politiche correttamente sviluppate. Si tratta di un assioma che Ukip rifiuta.

Farage dice che gli elettori britannici sono riusciti lì dove hanno fallito i leader politici britannici, consentendo che troppi immigrati entrassero nel Paese e che si consentisse all’Unione europea di sottrarre sovranità al Paese.