L’ultimo britannico lascia Gitmo

43

REGNO UNITO – Londra 30/10/2015. L’ultimo prigioniero britannico presente nella base militare americana di Guantanamo Bay, a Cuba, è stato rilasciato, secondo il Foreign Office britannico.

Secondo ITV News, Shaker Amer, imprigionato senza accuse dal 2002, è stato liberato e dovrebbe far rientro nel Regno Unito il 30 ottobre, stando ai suoi legali. Nel mese di settembre, il governo degli Stati Uniti aveva comunicato alle autorità britanniche la sua intenzione di restituire Amer alla Gran Bretagna. I suoi avvocati dicono che è stato sottoposto a torture, percosse e privazione del sonno durante la sua prigionia; durante il mese di ottobre, celebrità e politici britannici hanno preso parte ad una maratona-sciopera della fame di 24 ore per fare pressione per il suo rilascio.
La questione della sua liberazione è stata più volte sollevata dal primo ministro David Cameron con il presidente Usa Barack Obama. L’ultima volta che Cameron ha chiesto alle autorità statunitensi di rilasciare e trasferire in Regno Unito il britannico, accusato di terrorismo, è stato nel gennaio del 2015.
46 anni, nato in Arabia Saudita, Amer è stato arrestato nel 2001 in Afghanistan, dove lavorava per una organizzazione caritatevole. A Londra, dove vive a Battersea, sud della città, troverà moglie e quattro figli. Attualmente in carcere a Guantanamo Bay per terrorismo ci sono più di 100 prigionieri.