UGANDA. Interrotti gli acquisti di armamenti da Pyongyang

150

di Lucia Giannini UGANDA – Kampala 15/12/2016. L’Uganda ha interrotto l’acquisto di armi dalla Corea del Nord a seguito dell’embargo delle Nazioni Unite che vieta le esportazioni e le importazioni da e per il paese. Il ministro per le Relazioni Internazionali, Okello Oryem, riporta AllAfrica, ha detto che l’Uganda ha interrotto l’addestramento dei piloti dell’Uganda Air Force effettuato dai piloti nordcoreani.

Il ministro ha annunciato l’interruzione in risposta ad un rapporto del sudafricano Istituto per gli studi sulla sicurezza, in cui si dice che i paesi africani hanno mantenuto scambi e relazioni diplomatiche e commerciali con la Corea del Nord, nonostante le sanzioni: «A seguito di sanzioni delle Nazioni Unite, ci siamo disimpegnati con la Corea del Nord nei settori in cui si applicano le sanzioni delle Nazioni Unite. Ma la nostra politica è che nessuno può decidere per noi chi siamo gli amici. Abbiamo sempre scelto i nostri amici e i nemici», ha detto il ministro.

Nel 2015 l’Uganda è stato elencato tra i primi cinque stretti alleati della Corea del Nord da parte dell’Intelligence britannica; nel 2015, quando il presidente sudcoreano ha visitato l’Uganda (nella foto), Kampala ha accettato di rispettare le sanzioni delle Nazioni Unite per fermare la cooperazione militare.