Uganda. Sejusa dietro le sbarre

60

UGANDA – Kampala 02/02/2016. È stato arrestato l’ex capo dell’intelligence ugandese.

Il governo dell’Uganda ha posto agli arresti il 31 gennaio l’ex capo dell’intelligence ugandese, il generale David Sejusa (nella foto). Il generale Sejusa, che aveva definito il presidente Yoweri Museveni un dittatore, è stato arrestato a Kampala dopo una perquisizione effettuata nella sua casa. Il portavoce del governo, riporta il sito Global Security, Ofwono Opondo ha detto che Sejusa è stato arrestato perché coinvolto attivamente in attività politiche e partitiche. «Il generale Sejusa è scappato dall’Uganda; poi è stato graziato al suo ritorno» ha detto Opondo. «Sembra che non abbia imparato la lezione, e che si sia impegnato attivamente in politica nonostante la legge e la costituzione espressamente ne faccia divieto» ha aggiunto il portavoce. Sejusa avrebbe invitato i cittadini a non partecipare alle elezioni perché, a suo avviso, il processo elettorale sarebbe una farsa «E’ inaccettabile che un ufficiale minacci il governo, minacci il processo democratico dicendo che non dovremmo partecipare alle elezioni e prendere il potere (…) I vertici militari lo hanno chiamato e lo hanno consigliato. Gli hanno addirittura scritto una lettera per metterlo in guardia, non ha però desistito dalle sue attività»», ha detto Opondo. L’avvocato di Sejusa ha detto che l’arresto del generale è collegato alle prossime elezioni dal momento che il generale stava consigliando il leader dell’opposizione, Kizza Besigye, sui modi per prevenire brogli alle elezioni. Il governo nega che generale Sejusa sia stato arrestato il seguito alla su vicinanza al principale leader dell’opposizione.

CONDIVIDI
Articolo precedenteOMS e Zika
Articolo successivoPechino modifica le forze armate