Accordo UE – Vietnam

32

BELGIO – Bruxelles 03/12/2015. L’Unione europea e il Vietnam il 2 dicembre hanno firmato un accordo di libero scambio che rimuove quasi tutte le tariffe tra l’Europa e il paese sud-est asiatico.

«La firma di oggi non è la fine dei nostri rapporti, ma l’inizio di legami molto più ambiziosi. L’Unione europea e il Vietnam possono fare grandi cose insieme», ha detto il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker dopo i colloqui con il primo ministro vietnamita Nguyen Tan Dung, ripreso da Tuoitre.
L’accordo fa seguito a due anni e mezzo di intensi negoziati tra i 28 paesi dell’Unione europea e il Vietnam, il cui commercio bilaterale è cresciuto tre volte arrivando a 28 miliardi di euro, negli ultimi 10 anni.
L’Unione europea e il Vietnam ad agosto hanno raggiunto un accordo di massima; erano rimasti solo un paio di ostacoli di natura giuridica da superare per finalizzare l’accordo.
L’accordo è il primo che l’Unione europea conclude con un paese in via di sviluppo e rimuoverà oltre il 99 per cento delle tariffe sullo scambio di merci tra le due economie per un periodo massimo di sette anni.
Il Vietnam esporta telefoni cellulari e altri dispositivi elettronici, calzature e tessili, e prodotti agricoli, tra cui caffè, riso e frutti di mare nell’Ue, mentre quel dell’Ue verso il Vietnam sono dominate da prodotti high-tech, tra cui macchine elettriche e apparecchiature, aerei, veicoli e prodotti farmaceutici.