Gli europei non si sentono sicuri

65

SLOVACCHIA – Bratislava 18/09/2016. Milioni di europei non si sentono al sicuro al momento, secondo il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk.

Task ha espresso questa sua preoccupazione dopo il vertice informale Ue del 17 settembre. «La gente si preoccupa di ciò che sta succedendo e del controllo insufficiente. Hanno paura delle migrazioni, del terrorismo e del proprio futuro economico. Dobbiamo rimuovere le imperfezioni dal passato. Cambieremo approcci», ha detto Tusk, riporta Xinhua. Tusk ha sottolineato che l’Unione europea non può tollerare un afflusso incontrollato di migranti, e dovrebbe concentrarsi sul pieno controllo dei suoi confini, oltre a collaborare con la Turchia e i paesi dei Balcani occidentali e i paesi africani. L’Unione sosterrà i suoi paesi membri nel garantire la propria sicurezza interna, mentre lo scambio di informazioni tra i singoli paesi deve essere intensificato. L’Unione inoltre deve fornire una spinta alla cooperazione europea in materia di sicurezza esterna e di difesa.