Ue. Scaduto il periodo di conciliazione tra Consiglio e Parlamento sul bilancio 2013

44

UE – Bruxelles. Il Comitato di conciliazione, creato ad hoc tra Parlamento europeo e Consiglio, per giungere a linee comuni sul bilancio 2013 dell’Unione Europea, giunge al termine della sua funzione. Il periodo di conciliazione, in base al Trattato di Lisbona, è infatti pari a 21 giorni, con scadenza il 13 novembre 2012.

L’attuale presidenza cipriota, si troverà quindi a mediare tra le manovre condivise dalle due istituzioni, come la priorità di incentrare il bilancio su misure intese a promuovere l’occupazione e la crescita, e i desiderata espressi in Consiglio sulle garanzie agli attuali vincoli di bilancio da parte degli Stati membri interessati. Inoltre, particolarmente delicato sembra essere l’argomento sulla dimensione di cui il bilancio debba essere aumentato rispetto alle cifre del 2012, al fine di colmare il divario tra i pagamenti concordati e l’effettiva esecuzione.

Su proposta della Commissione, il Comitato di conciliazione è invece giunto ad un accordo di massima sulla mobilitazione di 670milioni di euro a favore dello stato italiano tramite lo strumento del Fondo di Solidarietà dell’Unione.

CONDIVIDI
Articolo precedenteErdogan warns Syria
Articolo successivoVertice Asia-Europa