L’Ue difende la libertà dei media in Georgia

10

GEORGIA – Tbilisi 27/10/2015. «La censura dei mezzi di comunicazione influenza lo sviluppo della democrazia in Georgia», si legge in un comunicato odierno della delegazione Ue in Georgia.

Come riporta Sputnik, il procedimento contro la società televisiva “Rustavi 2” ha avuto una grande risonanza nella società georgiana. La decisione del tribunale di Tbilisi di sequestrare beni e azioni dei proprietari televisivi di “Rustavi-2″ obbedisce a questioni di ordine politico e viola la libertà di espressione. «Ci asteniamo dal commentare casi specifici, ma siamo preoccupati per le questioni cui è sono collegati. Ci aspettiamo che la Georgia rispetti di fatto lo stato di diritto, l’indipendenza del potere giudiziario e la libertà dei media» si legge nel comunicato. Limitare o ostacolare le attività dei media potrebbe causare l’indebolimento dei processi democratici, tra cui le previste elezioni parlamentari per il 2016, prosegue il comunicato, concordato con i capi delle missioni diplomatiche degli Stati membri dell’Ue. «In questa fase, è essenziale il proseguimento delle riforme realizzate e per garantire il pieno funzionamento delle istituzioni democratiche (…) L’accesso di tutte le forze politiche democratiche ai mass media è il presupposto più importante per elezioni democratiche» prosegue il comunicato. «L’Unione europea sta guardando con attenzione l’ambiente dei media in Georgia …. In questa fase, è essenziale il proseguimento delle riforme realizzate e per garantire il pieno funzionamento delle istituzioni democratiche”, – ha rilevato l’Ue. L’Unione europea conclude invitatando tutte le istituzioni statali e gli attori politici ad astenersi da qualsiasi iniziativa o dichiarazioni che contribuisca alla crescita di tensione e alla polarizzazione. Al comunicato dell’Ue risponde il governo georgiano tramite il rappresentante speciale del primo ministro georgiano per la composizione delle relazioni con la Russia, Zurab Abashidze, riporta Sputnik. «Non ci sono limiti, ed è impossibile metterli (…) mano a mano che le elezioni si avvicinano» ha detto Abashidze su Rustavi 2.