Armi UE per Kiev

49

UCRAINA – Kiev 14/03/2015. Il presidente ucraino Petro Poroshenko ha detto il 13 marzo che Kiev ha siglato contratti per forniture di armi con vari paesi dell’Unione europea, forniture di armi letali comprese.

«Il capo dello Stato ha annunciato che l’Ucraina ha firmato contratti con una serie di paesi europei al momento, per la consegna di armi, comprese quelle letali», si legge sul sito ufficiale di Poroshenko.
Secondo la dichiarazione, l’Unione europea ha alzato il suo embargo sulle forniture di armi verso l’Ucraina. Sono state introdotte le limitazioni nel mese di febbraio 2014 per evitare che il governo del presidente ucraino Viktor Yanukovich poi dal presunto uso di armi contro il proprio popolo. Dopo l’annuncio, il vice comandante della milizia di Donetsk, Ucraina orientale, Eduard Basurin, ha confutato i presunti contratti di armi con paesi dell’Ue definendoli un’esagerazione di Kiev, aggiungendo che il presidente ucraino stava probabilmente parlando di accordi con società private.
Poroshenko però ha confermato il 13 marzo che Kiev ha contratti con 11 paesi dell’Ue per forniture di armi, letali comprese, in Ucraina.
«Abbiamo firmato accordi per la consegna di armi, letali comprese, con 11 paesi dell’Unione Europea», ha detto Poroshenko in un’intervista alla televisione ucraina “1 + 1”, aggiungendo che gli Stati Uniti ha preso una decisione importante e tanto atteso questa settimana per fornire armi “difensive” per l’Ucraina. L’amministrazione Obama ha detto che fornirà altri 75 milioni di dollari di aiuti militari non letali per l’Ucraina per aiutare le forze di Kiev contro le milizie armate nel sud-est del paese.
Nello specifico si tratta di 30 Humvee blindati e 200 Humvee non armati, così come radar anti-mortaio, droni disarmati, radio e attrezzature mediche.

CONDIVIDI
Articolo precedenteLa Siria si spegne
Articolo successivoOSCE in Uzbekistan