UCRAINA. Washington fornisce altri 250 milioni di dollari in aiuti militari 

54

Il Dipartimento della Difesa statunitense ha annunciato il 18 giugno l’intenzione di fornire 250 milioni di dollari all’Ucraina in fondi per la cooperazione in materia di sicurezza per la formazione, le attrezzature e la consulenza per costruire la capacità operativa delle forze armate ucraine.

Questa nuova concessione riafferma il lungo rapporto in tema di difesa tra gli Stati Uniti e l’Ucraina e porterà l’assistenza totale degli Stati Uniti alla sicurezza in Ucraina a 1,5 miliardi di dollari dal 2014, riporta un comunicato del Pentagono.

I nuovi fondi forniranno attrezzature per sostenere i programmi di formazione continua e le esigenze operative, comprese le capacità di migliorare: la consapevolezza della situazione marittima e le operazioni come parte degli sforzi degli Stati Uniti per aumentare il sostegno alla Marina e alla fanteria navale ucraina; la capacità difensiva e la sopravvivenza delle forze terrestri e delle forze speciali ucraine attraverso la fornitura di fucili da cecchino, lanciagranate a propulsione di razzi e radar contro-artiglieria; comando e controllo; rilevamento e comunicazioni sicure; mobilità militare; visione notturna; e cure mediche militari.

Questa cooperazione in materia di sicurezza è resa possibile dai continui progressi dell’Ucraina nell’adozione di riforme istituzionali chiave nel settore della difesa per allineare l’architettura di sicurezza nazionale ucraina ai principi euro-atlantici.

«Gli Stati Uniti rimangono impegnati ad aiutare l’Ucraina ad attuare le disposizioni della legge ucraina del 2018 sulla sicurezza nazionale per rafforzare il controllo civile democratico dell’esercito, promuovere riforme del comando e del controllo, migliorare la trasparenza e la responsabilità in materia di acquisizione e di bilancio e far progredire le riforme del settore della difesa. Queste riforme rafforzeranno la capacità dell’Ucraina di difendere la sua integrità territoriale a sostegno di un’Ucraina sicura, prospera, democratica e libera» recita il comunicato Usa.

A Kiev da poco tempo si è insediata la nuova presidenza che ha chiarito fin da subito l’appartenenza all’Ucraina della regione dl Donbas. 

Anna Lotti