UCRAINA. Sospese le lezioni scolastiche per il freddo

138

Le lezioni scolastiche nelle scuole delle regioni ucraine di Lozova Kharkiv e Nikolaev saranno sospese a causa dell’ondata di freddo, che si prevede in Ucraina nei prossimi giorni.

La temperatura in alcune regioni del paese, di notte, possono scendere fino a meno 2, ci si può aspettare pioggia con nevischio, riprova Ria Novosti. Secondo le norme sanitarie, le autorità locali possono prendere una decisione sulla ripresa del riscaldamento, quando la temperatura media per tre giorni scende al di sotto di 8 gradi. Si può anche decidere di sospendere le lezioni scolastiche, se la temperatura ambientale è al di sotto di 18 gradi.

«In conformità con l’ordine del sindaco, adottato in relazione alle condizioni atmosferiche difficili e alle norme sanitarie sullo sbalzo delle temperatura, il 20 e il 21 aprile sono sospese le lezioni nelle scuole che riprenderanno il lunedi, 24 aprile», si legge nell’ordinanza del sindaco Aleksandra Senkevicha, sul sito web del comune di Nikolayev. Le previsioni meteo, a Nikolayev, nei giorni 20 e 21 aprile, prevedono pioggia, nevischio e ondata di freddo.Anche nelle regioni di Karkhiv Lozova, le lezioni sono state sospese dal19 al 24 aprile causa freddo e neve.

Secondo il sito ucraino Vesti, in Ucraina in alcune città a causa del ritorno del freddo hanno autorizzato la ripresa dei riscaldamenti, in particolare a Lviv, Kremenchug, e Ternopil. Le autorità di Kiev hanno detto invece che non hanno visto la necessità di autorizzare la riaccensione dei riscaldamenti.

In Ucraina, a causa del blocco della fornitura di carbone dal Donbass, il governo ha già esteso due volte le misure di emergenza nel settore energetico legate al blocco fino alla metà di maggio. La decisione prevede misure continue per ridurre il consumo di antracite per gli impianti termoelettrici e, se necessario, blackout programmati e orari di spegnimento di emergenza, nonché introduzione delle curve di carico speciali nelle unità nucleari.

Ad oggi in Ucraina a causa della carenza di antracite cinque centrali termoelettriche sono state chiuse.

Kiev prevede di sostituire l’antracite del Donetsk con quella del Sud Africa. Secondo il ministro dell’Energia ucraino Igor Nasalika, la maggior parte delle società elettriche ucraine ha iniziato i preparativi per l’importazione di carbon fossile proprio dal Sud Africa.

Tommaso dal Passo