Ucraina: i servizi segreti esteri spingono alla rivolta

48

UCRAINA – Kiev. 09/12/13. Secondo gli esperti interpellati dal giornale IA REGUM l’Ucraina farà la fine della Libia, Tunisia, Egitto, Siria. Cioè ci sarà la rivoluzione. «Stiamo assistendo a un tentativo di colpo di stato da parte degli oligarchi ucraini con l’appoggio dei servizi segreti stranieri» ha detto in un’intervista esclusiva a First Business, il fondatore del centro di informazione eurasiatico a Kiev, Vladimir Rogov.

A sostegno della sua tesi, lo studioso ha mostrato i volantini di due anni fa, distribuiti, durante i disordini in Egitto. «E ora, esattamente gli stessi volantini – con le stesse immagini e le stesse frasi, ma in lingua ucraina sono presenti nel nostro paese. Vi sono in questi volantini informazioni pratiche e consigli tattici su come indossare una maschera, dove prendere un fazzoletto, quali negozi prendere di mira, come dipingere, come rompere i ranghi della polizia, etc.» ha detto Rogov.
La Polizia ucraina ha negato la detenzione per chi ha demolito il monumento a Lenin, il Ria Novosti ha riportato la notizia.
Secondo Rogov, il fatto che la “tecnologia” venga applicata alla piazza di Kiev, durante le “rivoluzioni colorate” dovrebbe essere una eguale d’allarme per le autorità ucraine. Se si comparano le foto di Belgrado 2000, con Kiev 2013, si notano molte somiglianze, «I frames sono assolutamente identici. Se il governo non adotta misure urgenti, le conseguenze delle manifestazioni in piazza in Ucraina possono essere molto negative», – ha detto Rogov. Il fondatore dell’Eurasian Information Center di Kiev propone di dichiarare persona non grata tutti i cittadini stranieri, che incitano lotte etniche e alla rivoluzione in Ucraina. «Abbiamo bisogno di distogliere la gente dalla strada, di negoziare e concordare il referendum. Solo in questo modo possiamo salvare l’Ucraina e renderla forte» ha concluso Vladimir Rogov.