UCRAINA. Poroshenko vuole un esercito per il XXI secolo

110

L’Ucraina ha varato un ambizioso programma di revisione e ammodernamento delle sue forze armate dopo un’impennata della spesa per la difesa nazionale pari a 5,1 miliardi di dollari.

Come riporta Defence Iq: «Stiamo avviando il programma di modernizzazione tecnica militare dell’esercito, dobbiamo portare le nostre armi al livello del XXI secolo», aveva dichiarato il presidente ucraino Petro Poroshenko a Kiev il 23 agosto. Il programma comprende lo sviluppo di nuovi sistemi d’arma destinati a potenziare gli sforzi di riarmo militare del paese e a sviluppare le esportazioni ucraine nel settore della difesa.

«Ci sono compiti importanti nello sviluppo e nell’allestimento della produzione di nuove armi missilistiche, sistemi missilistici da crociera, sistemi moderni di artiglieria, munizioni di precisione, veicoli aerei senza equipaggio, complessi di guerra elettronica, radar a batteria di contatore, ricognizione spaziale», aveva aggiunto il presidente Poroshenko.

L’avvio del programma di modernizzazione fa seguito alla promessa del sostegno degli Stati Uniti da parte del segretario alla difesa James Mattis durante una visita nel paese il 24 agosto. Il Segretario Mattis ha promesso che Washington avrebbe continuato a esercitare pressioni sulla Russia e si è impegnato a fornire armi a Kiev.

Il segretario alla Difesa degli Stati Uniti ha anche sottolineato che la Russia non ha rispettato l’accordo di Minsk per il cessate il fuoco, istituito per porre fine al conflitto in Ucraina orientale e, di conseguenza, gli Stati Uniti manterranno le sanzioni contro Mosca. Parlando durante la visita del segretario alla Difesa, il presidente Poroshenko ha dichiarato: «L’Ucraina è pronta a dare una dura risposta militare all’aggressore e al suo tentativo di lanciare un’offensiva. Tuttavia, si procederà dando priorità alle via pacifiche, diplomatiche e giuridiche per tornare in Donbas e in Crimea».

Al fine di rafforzare gli sforzi militari dell’Ucraina in materia di esportazioni, Ukrinmash, società statale ucraina per la promozione delle esportazioni, ha firmato all’inizio di agosto un accordo bilaterale di cooperazione nel settore della difesa con gli Emirati Arabi Uniti. L’accordo riguarda la cooperazione nella produzione di armi di precisione per l’Esercito e la Marina degli Emirati; nella consegna di aerei da trasporto Antonov all’Aeronautica Militare degli Emirati Arabi Uniti; nella produzione di veicoli aerei senza equipaggio e sistemi anti-Uav; e nella produzione congiunta di equipaggiamenti per la guerra elettronica e Sigint.

Sono, poi, stati rafforzati i legami militari tra Ucraina e Polonia per la formazione e le esercitazioni, nonché progetti congiunti dell’industria della difesa.

Anna Lotti