UCRAINA. Ora il Donbass ha il suo confine di Stato

129

La linea di contatto tra l’autoproclamata Repubblica popolare del Donetsk e il territorio sotto il controllo di Kiev, secondo il decreto del leader della Dnr Alexander Zakharchenko, ha ricevuto lo status di confine di Stato.

Il testo del decreto relativo sull’istituzione del confine è stato pubblicato sul sito web del ministero della Sicurezza di Stato della repubblica.

Secondo il documento, il passaggio degli individui attraverso la linea di contatto è consentito solo attraverso i punti di controllo delle frontiere previa registrazione obbligatoria.

Il controllo sull’esecuzione del decreto viene assegnato al ministero della Sicurezza, al Ministero del Reddito e delle Spese, così come al ministero degli Interni.

«Il ministero della Sicurezza della Repubblica popolare del Donetsk avverte che, ai sensi del paragrafo 4 del presente decreto, le attività legate all’attraversamento illegale della linea di contatto, all’organizzazione di uscita illegale dalla Repubblica popolare del Donetsk, saranno qualificate ai sensi del codice penale, ossia l’articolo 378 “Attraversamento illegale delle frontiere dello Stato”» si legge nel messaggio che accompagna il documento (nella foto).

Il 3 marzo il capo del Repubblica popolare del Donetsk, Alexander Zakharchenko, aveva annunciato «la fine della giurisdizione ucraina» nel paese. «Noi tagliamo tutti i legami con l’Ucraina, con la quale siamo in conflitto, il carbone verrà venduto per ottenere i soldi per pagare lo stipendio qui nella repubblica, ma a causa del fatto che stiamo imparando a vivere nel blocco, siamo noi che annunciamo il blocco verso l’Ucraina» aveva detto Zakharchenko.

Come si ricorderà dalla fine del mese di gennaio, un gruppo di ex membri dell’operazione militare nel Donbass, tra cui alcuni deputati della Verkhovna Rada dell’Ucraina, stanno bloccando i collegamenti ferroviari merci con le repubbliche secessioniste.

Il blocco ha portato alla interruzione delle forniture di antracite, motivo per cui le autorità ucraine hanno introdotto misure di emergenza nel settore energetico al fine di risparmiare risorse.
L’Osce ha detto in precedenza che il blocco economico del Donbass porterà a una catastrofe umanitaria nella regione, e ha invitato Kiev a rimuoverlo.

Anna Lotti