Conference call sull’Ucraina

10

RUSSIA – Mosca 30/12/2015. I leader del “Norman Quartet”, che comprende la cancelliera tedesca e i presidenti di Francia, Russia e Ucraina, il 30 dicembre hanno tenuto una conference call per concordare la proroga dell’accordo di Minsk, che scade alla fine del 2015.

Secondo quanto pubblicato dal servizio stampa del Cremlino, confermato dall’Eliseo, i quattro hanno affermato l’importanza dell’attuazione degli accordi conclusi nel capitale della Bielorussia.
La decisione è stata presa durante il colloquio telefonico tra Vladimir Putin e Francois Hollande, Angela Merkel, Petro Poroshenko che hanno sottolineato la necessità di rispettare il cessate il fuoco nella parte orientale dell’Ucraina, riporta Rbc. Petro Poroshenko ha fattompressione per l’abolizione delle elezioni previste da parte delle autorità separatiste nella repubblica di Donbass. Il presidente ucraino ha anche proposto di ampliare il territorio delle regioni occupate della Donbass oggetto della missione speciale dell’Unione europea. I leader dei quattro paesi hanno concordato anche sulla riunione dei ministri degli Esteri del “Norman Quartet”, prevista alla fine di gennaio 2016.