UCRAINA. Kiev è lo snodo centrale della Belt and Road cinese. Pechino ringrazia

65

Il vice primo ministro ucraino per l’integrazione europea ed euro-atlantica Olha Stefanishyna ha detto che lavorerà per approfondire le relazioni con la Cina: «Attribuiamo grande importanza all’approfondimento della partnership strategica tra i nostri Paesi e speriamo di superare presto la pandemia COVID-19», ha detto il vicepremier dopo un incontro con l’ambasciatore cinese in Ucraina Fan Xianjun. Stefanishyna è stata recentemente nominata presidente della parte ucraina per il Comitato di cooperazione intergovernativa tra i due Paesi.

Ha detto che l’Ucraina è un importante ponte logistico che collega le vie di trasporto dalla Cina all’Unione Europea, e le opportunità di commercio e di investimento in Ucraina sono diventate più attraenti per la Cina, data la partecipazione attiva dell’Ucraina all’iniziativa Belt and Road, riporta Xinhua.

Stefanishyna ha aggiunto che la crescita del volume degli scambi bilaterali tra l’Ucraina e la Cina è un importante indicatore dell’interesse comune negli affari e delle nuove prospettive per lo sviluppo delle relazioni economiche: «L’Ucraina ha un forte potenziale di esportazione e noi siamo pronti a soddisfare la crescente domanda cinese di cibo di alta qualità e di prodotti agricoli ucraini, tra cui farina, mele, ciliegie dolci, carne di pollo, pesce e legumi», riporta Unian.

Da parte sua, l’ambasciatore Fan ha affermato che il Comitato di Cooperazione Intergovernativa Cina-Ucraina ha svolto un ruolo chiave nel coordinare la collaborazione bilaterale in tutti i campi. La Cina e l’Ucraina possono completarsi a vicenda facendo leva sui loro punti di forza comparativi in molti settori. I due Paesi dovrebbero sfruttare ulteriormente il loro potenziale di cooperazione per fare maggiori progressi, ha detto Fan.

Secondo il Servizio Statistico Statale, il fatturato commerciale ucraino-cinese ha raggiunto i 12,79 miliardi di dollari lo scorso anno. Le esportazioni ucraine verso la Cina sono cresciute del 63,3 per cento su base annua per raggiungere i 3,59 miliardi di dollari, mentre le importazioni sono aumentate del 20,9 per cento per raggiungere i 9,2 miliardi di dollari nel 2019.

Secondo Stefanishyna, il rilancio dei voli tra Kiev e Pechino, sospesi durante la quarantena, è importante per rafforzare la cooperazione culturale, umanitaria e commerciale. Nel primo semestre del 2020 l’Ucraina ha incrementato del 14,5% le esportazioni di prodotti agricoli verso i Paesi asiatici nel quadro della pandemia Covid-19. In particolare, la Cina ha aumentato gli acquisti di cibo ucraino di 1,5 volte (+52,8%), raggiungendo 1,4 miliardi di dollari.

Ultimo collegamento tra i due paesi è una nuova linea ferroviaria merci. Un servizio di treni merci che collega Xi’an, capitale della provincia dello Shaanxi, nel nord-ovest della Cina, con Kiev, capitale dell’Ucraina, ha iniziato le sue attività il 24 luglio. Il treno, carico di tonnellate di abbigliamento, scarpe e altre merci, è partito dalla stazione di Xinzhu a Xi’an al mattino, secondo la China Railway Xi’an Group Co. Il viaggio durerà circa 12 giorni e passerà attraverso la Mongolia e la Russia prima di raggiungere Kiev.

Anna Lotti