3500 tonnellate di munizioni a rischio incendio

9

RUSSIA – Mosca 30/10/2015. Il ministro russo delle Situazioni di emergenza, Vladimir Puchkov, ha scritto al suo omologo ucraino, Mykola Chechetkin, offendo l’aiuto delle sue strutture per spegnere l’incendio in un deposito di munizioni nella città di Svatovo nella regione di Luhansk.

«Il  ministero della Russia è pronta a inviare immediatamente nell’area interessata aerei antincendio, così come professionisti e soccorritori con le attrezzature necessarie» si legge nella lettera.  Secondo il ministero russo, la sera del 29 ottobre, un incendio è scoppiato nel magazzino di munizioni di artiglieria nella città di Svatovo, dove sono immagazzinate circa 3500 tonnellate di munizioni, nell’area controllata dall’Ucraina. L’area dell’incendio solo nella struttura militare è di circa 9000 metri quadrati e circa 300 metri quadrati di magazzini sono in fiamme. Ingenti i danni anche nella città e le autorità locali hanno chiesto aiuti a tutta la regione. Il Servizio di Sicurezza dell’Ucraina ha definito l’accaduto come un atto di terrorismo, riporta Rt, dopo che le autorità dell’amministrazione civile-militare di Lugansk hanno affermato che due colpi esplosi da una “pistola lanciarazzi” erano stati sparati contro la struttura.