Elezioni nel Donetsk

8

UCRAINA – Donetsk 17/09/2015. I separatisti filo-russi hanno annunciato il 16 settembre elezioni locali per il 18 ottobre nella regione del Donetsk, nonostante l’opposizione del presidente ucraino, Petro Poroshenko.

«I preparativi per le elezioni, che si terranno il 18 ottobre 2015, continuano come previsto. Queste non sono le prime elezioni per noi, abbiamo già maturato una certa esperienza» si legge in una dichiarazione rilasciata da Alexander Zakharchenko, capo dell’auto-proclamata Repubblica popolare del Donetsk. Zakharchenko ha anche sottolineato che le elezioni indette da Poroshenko per il 25 ottobre nel resto dell’Ucraina «non hanno nulla a che fare» con i territori separatisti sotto il suo controllo. Poroshenko ha definito le elezioni locali nei territori ribelli «una farsa». In precedenza, il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha detto la scorsa settimana che i ribelli sono disposti ad accettare le condizioni elettorali imposte dell’Ucraina. «Sia la Repubblica popolare del Donetsk che quella di Luhansk sono pronte a tenerle sulla base della legge ucraina e sono disposti a essere monitorate dall’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa, con osservatori che possano monitorare il processo, ma vogliono essere d’accordo in tutto questo attraverso consultazione con le autorità ucraine» ha detto Lavrov. Nel frattempo, i leader separatisti di Luhansk hanno annunciato elezioni locali per 1 novembre, una settimana dopo il voto ucraino. Questi temi saranno discussi il 2 ottobre a Parigi da Poroshenko, dal presidente russo, Vladimir Putin, da quello francese François Hollande e dal cancelliere tedesco Angela Merkel.