Cyberberkut hackera la Difesa ucraina

9

UCRAINA – Kiev 30/06/2015. Il gruppo hacker CyberBerkut, che si oppone all’attuale governo insediato a Kiev, ha pubblicato una serie documenti segreti del ministero della Difesa ucraino in base ai quali si evince che Kiev intende più che raddoppiare il budget militare nel corso dei prossimi tre anni.

Il documento prevede un aumento delle spese da 3 miliardi di dollari nel 2015 a oltre 7 miliardi, nel 2018, riporta l’agenzia Sputnik.
Il post che accompagna il documento sulla home page di Cyberberkut così recita: «Noi CiberBerkut mettiamo a disposizione i documenti di una rete di informazione chiusa del Ministero della Difesa dell’Ucraina. In realtà, questo è il bilancio delle Forze armate dell’Ucraina per il 2015 – 2018, ma letteralmente il documento è intitolato chiamato “Il fabbisogno stimato per le Forze Armate dell’Ucraina in fondi per il 2016-2018 (…) Questo documento è stato redatto dal personale delle Forze Armate dell’Ucraina ed è personalmente firmato dal capo della pianificazione della difesa e la mobilitazione dello Stato Maggiore Generale delle Forze armate dell’Ucraina, il tenente generale Vladimir Hamitovich Askarov. Il dato più interessante del documento è il fatto che Kiev ha in programma di aumentare di anno in anno il bilancio per continuare la guerra. Inoltre, alle forze armate militari dell’Ucraina sarà interessante sapere che i fondi stanziati per i salari, gli alloggi, i servizi igienico-sanitari e altre necessità sociali non cresceranno in modo sostanziale e in generale costituiscono una minima parte della spesa del Ministero della Difesa. Ma il piano prevede di portare il numero dei soldati a 250mila unità e la parte più grande sarà impiegata per le spese di fortificazione, mobilitazione e la preparazione di riservisti, fino ai 2018». La percentuale del bilancio della difesa sul Pil nazionale passerà dal 3,36 per cento nel 2015, al 6,22 per cento nel 2016, al 6,08 per cento nel 2017 e al 5,67 per cento nel 2018. Il vice ministro della Difesa aveva detto a giugno che l’Ucraina non aveva i fondi per fornire cibo e vestiti per il crescente numero di soldati, i crescenti costi militari metteranno a dura prova l’economia dell’Ucraina e ostacoleranno la sua ripresa.