Uber vietato a Nuova Delhi

34

INDIA – Nuova Delhi 09/12/2014. Uber non può più operare a New Delhi, dopo che una donna è stata violentata da uno degli utilizzatori.

In un’intervista con l’India Economic Times, il responsabile del trasporto locale Satis Mathur afferma che la società ha ingannato i clienti perché ha utilizzato i veicoli senza permesso e non ha mai chiesto il permesso di operare nella città. Una lamentela diffusa per il servizio di ride-sharing è che trascura i controlli di sicurezza sui suoi “autisti”. E, infatti, questo sembra essere il caso, in quanto il presunto autore di uno strupro stava lavorando utilizzando l’app mentre era fuori su cauzione. Il Ceo di Uber Travis Kalnick ha detto che la società farà di tutto per sostenere la vittima e «far si che il colpevole paghi le use colpe».