Turkmenistan, crisi nel settore petrolifero

65

TURKMENISTAN – Lebabskom. 06/05/15. Lavoratori del settore petrolifero turkmeni in sciopero. Le manifestazioni dei lavoratori sono state disperse dalla polizia che ha arrestato Gaygysyz Berdyev, un dipendente del dipartimento locale dell’azienda pubblica “Turkmenneftegazstroy.” Fonte cronache del turkmenistan.

Secondo l’organizzazione per i diritti umani “Nazhot” con sede in una cittadina di confine, in Uzbekistan, provincia di Khorezm, G.Berdyev è stato arrestato il 10 aprile. L’uomo sarebbe colpevole di aver organizzato una manifestazione con 200 persone che lavorano nel settore petrolio e gas. La manifestazione è durata circa 5 ore.
I partecipanti, tra i quali quello della “sezione e” “Dovletli”, hanno chiesto alla dirigenza di Turkmenneftgazastroy di ripristinare il pagamento di bonus trimestrali e altri benefici, altrimenti hanno minacciato di bloccare l’autostrada “Gazachak-Turkmenabat”. Al fine di evitare disordini nel luogo della manifestazione la polizia antisommossa ha arrestato l’organizzatore, tra i manifestanti Gaygysiz Berdyev, (nato nel 1975, nativo e residente della città Gazachak). Allo stato attuale, in relazione a lui e gli altri partecipanti alla manifestazione gli investigatori stanno indagando. In considerazione della situazione nella città Gazachak, l’applicazione della legge a Lebap è stata più severa del solito. Dietro alle manifestazioni vi sarebbe la decisione dell’azienda di stato di ridurre il personale e il taglio dei bonus a causa della crisi economica.