Turkmenistan, l’Ue vuole il gas

43

TURKMENISTAN – Ashgabat. 23/02/15. Già nel 2015, l’UE intende firmare un memorandum d’intesa con il Turkmenistan e l’Azerbaigian, che dovrebbe essere parte di un pacchetto per migliorare la “stabilità” delle forniture di gas in Europa. Fonte Spiegel Online di ieri.

 

L’obiettivo europeo è quello di risolvere il problema della diversificazione delle forniture di gas verso l’Europa.  La Commissione europea è pronta ad accelerare la conclusione di accordi con paesi come l’Azerbaigian e il Turkmenistan. Secondo i documenti citati dalla testata tedesca domenica: «L’UE intende firmare con Baku e Ashgabat il memorandum d’intesa, che dovrebbe essere parte di un pacchetto per migliorare la “stabilità” della fornitura di gas naturale in Europa. Questo pacchetto dovrebbe durare fino al 2016. L’UE si avvarrà di tutti gli strumenti di politica estera per rafforzare il partenariato energetico strategico con i paesi produttori e di transito». Questi includono l’Algeria e la Turchia, Azerbaigian e Turkmenistan, il Medio Oriente e diversi paesi africani. Il progetto prevede anche l’intensificazione della collaborazione con la Norvegia, Stati Uniti e Canada. Il Turkmenistan ha forse più grandi riserve mondiali di gas naturale, ma allo stesso tempo, le autorità di Ashgabat sono ritenute un regime dittatoriale, e inoltre la valutazione della organizzazione internazionale Transparency International, colloca il paese è tra i dieci paesi più corrotti del mondo. Azerbaijan si colloca al 162 posto di 180 nella classifica della libertà di stampa, che viene compilato dall’organizzazione internazionale “Reporter senza frontiere”.