Il gas predomina nel bilancio turkmeno

4

TURKMENISTAN – Ashgabat 27/10/2015. Proseguono i lavori per la preparazione del bilancio dello Stato 2016 del Turkmenistan.

Lo ha annunciato il Ministero delle Finanze, con un comunicato pubblicato sul suo sito internet. «Nella stesura del principale piano finanziario, una particolare attenzione è stata rivolta al finanziamento di progetti finalizzati allo sviluppo di sfere di priorità», si legge inoltre che il bilancio prevede un aumento del 10 per cento, dal 1 gennaio 2016, di salari, pensioni, sussidi statali, scolastici e universitari nonché delle borse di studio statali. Come negli anni precedenti, un parte delle risorse finanziarie sarà spesa per la risoluzione dei problemi individuati nel programmi nazionali, statali, regionali e dipartimentali. Tra le entrate di bilancio previste ci sono quelle della privatizzazione di beni e imprese statali, così come la vendita delle obbligazioni del fondo statale. Il Turkmenistan occupa una posizione chiave nella regione per le forniture di gas naturale verso Russia, Cina e Iran. Le entrate da questo settori industriali si prevede che saranno prevalenti sulle altre, andando a scapito di settori più importanti come petrolio e gas, chimica, energia e costruzioni, agricoltura, trasporti e comunicazioni, industria tessile e alimentare. I ricavi del bilancio turkmeno per il 2015 dovrebbero ammontare a 102 milioni di manat.