Gas turkmeno verso l’Europa

18

TURKMENISTAN – Ashgabat 18/11/2015. Il Turkmenistan ha le quarte più grandi riserve di gas naturale del mondo, ma fino a poco tempo il suo ruolo nel mercato mondiale del gas era limitato.

Tuttavia, riporta Trend, il paese sta iniziando a cambiare la usa posizione. Entro la fine del 2015, in Turkmenistan inizieranno una serie di grandi progetti che aumenteranno la produzione e porteranno il gas turkmeno oltre i confini del paese. A dicembre, il Turkmenistan intende mettere in funzione il gasdotto “Est-Ovest”, che in futuro potrà diventare una parte del sistema di condotte per le consegne di gas turkmeno verso l’Europa.
Per fornire il gas dal Mar Caspio verso l’Europa sono stati creati gasdotti che si stanno espandendo nel Caucaso meridionale, Tanap e Tap. Entro il 2020, questi oleodotti potranno portare grandi volumi di gas dall’Azerbaijan verso altri paesi; l’unico anello mancante del sistema di trasporto del gas verso l’Europa è un gasdotto attraverso il Mar Caspio. I negoziati per il Trans Caspian si sono intensificati; mentre un altro sviluppo significativo nel settore del gas del Turkmenistan sarà la costruzione del gasdotto Turkmenistan-Afghanistan-Pakistan-India, Tapi, i cui lavori dovrebbero iniziar il 13 dicembre. Questo gasdotto porterà il gas turkmeno verso i mercati di Pakistan e India, e, in futuro, verso il Sud-Est asiatico.
Inoltre, sarà operativa in Turkmenistan, la terza fase di sviluppo del giacimento “Galkynysh”, che con “Yashlar” ha riserve stimate pari a 26,2 miliardi di metri cubi gas e con la scoperta del campo “Garakel”, le sue riserve sono aumentate di 27,4 miliardi di metri cubi.