Ribelli siriani addestrati in Turchia

53

TURCHIA – Ankara. 06/01/14. Un funzionario del ministero turco degli Esteri ha riferito ieri che la Turchia e gli Stati Uniti stanno cercando di finalizzare un accordo per attrezzare e formare l’opposizione siriana moderata nel mese di marzo, come parte di una campagna condotta da Washington per combattere lo Stato Islamico.

Il funzionario turco dovrebbe iniziare formazione marzo in concomitanza con programmi simili in Giordania e Arabia Saudita. L’obiettivo è di formare 15.000 combattenti siriani in tre anni. Il funzionario ha detto, «si prevede di formare tra 1.500 e 2.000 persone in Turchia (nel primo anno)» ha detto, aggiungendo che un “numero limitato” di soldati americani arriverà in Turchia per contribuire alla realizzazione di formazione congiunta con coetanei turchi. È previsto che la formazione avvenga in una base in Turchia a Krshahyr. La Turchia partecipa a malincuore nella coalizione guidata dagli Stati Uniti contro i militanti e si rifiutano di avere un ruolo militare in prima linea, anche se condividono 1200 km di frontiera con l’Iraq e la Siria. La Turchia ha accettato in linea di principio per formare e dotare i dissidenti siriani, e i i combattenti peshmerga dei Kurdistan nel nord dell’Iraq. La Turchia ha indicato che è pronta a fornire assistenza simile a l’esercito iracheno e inviare armi.