Muro turco. Tensioni sul confine siriano

62

TURCHIA – Nusaybin. 08/11/13. La Polizia della ciità di Nusaybin nel sud-est Turchia ha disperso i manifestanti che protestavano contro la costruzione del muro di separazione sul confine turco – siriano. A darne notizia ieri, il RIA Novosti, citando come fonte l’agenzia di stampa turca DHA.

 

A metà ottobre, le autorità hanno iniziato la costruzione del muro di separazione nella città di Nusaybin . I residenti locali e rappresentanti della Pace e la Democrazia del Partito filo-curdo (PMD) si sono opposti alla costruzione. La polizia ha ripetutamente disperso manifestazioni di protesta. Il ministro degli Esteri turco, Muammer Guler, in un primo momento ha negato la costruzione del muro, per poi dire che era in costruzione un muro per fissare i confini tra Turchia e Siria. Il sindaco della città Aisha Gokhan ha iniziato lo sciopero della fame in segno di protesta contro la costruzione del muro.

La polizia ha disperso con cannoni ad acqua il gruppo giovanile che aveva messo in scena un sit -in di protesta nel centro della città. Un altro gruppo di manifestanti ha organizzato una manifestazione attraverso le vie del paese nella periferia di Yuksekova Hakkari. La polizia ha dispeorso i manifestanti con gli idranti, proiettili di plastica e gas lacrimogeni. In risposta, i manifestanti hanno cominciato a lanciare bombe e pietre.