La Turchia chiede sconti alla Russia

44

TURCHIA – Ankara 28/02/2015. Mosca e Ankara si sono accordate per uno sconto del 10,25 per cento sul gas russo fornito alla Turchia.

Na ha dato l’annuncio il ministro turco dell’Energia e delle Risorse Naturali, Taner Yildiz, il 27 febbraio, in un programma della emittente televisiva Trt Haber. Yildiz ha detto nel 2014 che la Turchia intendeva ottenere uno sconto del 15 per cento sul gas russo dalla fine del 2014. Inoltre, sempre Yildiz il 3 dicembre  aveva detto che la Turchia continuava il dialogo con la Russia sulla riduzione dei prezzi per il gas. Il ministro ha detto che il prezzo del gas proposto dalla parte russa non è il prezzo finale e ha espresso la speranza che le parti possano discutere i veri prezzi al più presto. Già in precedenza, il primo ministro turco Ahmet Davutoglu aveva detto che la Turchia aveva chiesto alla Russia di aumentare il tasso di sconto per il gas fornito. «Dopo che il presidente russo Vladimir Putin ha detto che la Turchia otterrà uno sconto del 6 per cento per il gas dal gennaio 2015, la Turchia ha chiesto un aumento dello sconto», ha detto Davutoglu sottolineando che Ankara spera in sconti ulteriori viste le richieste della Turchia di gas naturale. Il presidente russo Vladimir Putin ha detto che durante la visita in Turchia del 1 dicembre 2014 che la Turchia avrebbe avuto uno sconto del 6 per cento sul gas russo dal gennaio 2015. La Russia è il principale fornitore di gas naturale della Turchia: circa 26,7 miliardi di metri cubi di gas sono stati forniti ad Ankara nel 2014 e si prevede un aumento che porterà il volume complessivo a 30 miliardi di metri cubi nel 2015.