Lira ai minimi storici

61

TURCHIA – Istanbul 21/01/2014. La banca centrale della Turchia ha mantenuto i tassi di interesse bloccati il 21 gennaio, portando la moneta al nuovo minimo di circa 2,25 lire per un dollaro, e a 3,05 contro l’euro riporta l’Hurriyet.

La decisione della banca era attesa dopo che il ministro dell’Economia Nihat Zeybekci il 20 gennaio aveva escluso qualsiasi aumento dei tassi, nonostante il rapido declino della valuta a fronte di una profonda crisi politica.

La banca centrale è sotto pressione da parte del governo per non alzare i tassi di interesse al fine di dare impulso alla crescita e tenere sotto controllo l’inflazione. Invece, la banca centrale ha utilizzato le sue riserve di valuta estera per puntellare la moneta, vendendo circa 17,6 miliardi di dollari l’anno scorso.

Zeybekci aveva detto il 20 gennaio che la banca centrale non dovrebbe alzare i tassi «perché sarebbe un passo inconcludente e metterebbe un carico permanente sulla nostra economia». Il settore finanziario della Turchia, come quelle di altre economie emergenti, è sotto pressione anche per la mossa della Fed statunitense di ridurre il proprio programma di stimolo monetario.