TURCHIA. Incirlik è vietata ai deputati tedeschi

95

Il primo ministro turco Binali Yildirim ha annullato un incontro con il ministro degli Esteri tedesco Sigmar Gabriel. Secondo quanto riporta il quotidiano Cumhuriyet, la motivazione della decisione è la «congestione del programma di lavoro» del premier.

Gabriel è in Turchia per una visita ufficiale; ha incontrato il ministro degli Esteri Mevlut Cavusoglu (nella foto a destra, di fronte al ministro tedesco Gabriel). Gabriel è stato poi ricevuto dal Presidente Tayyip Erdogan; l’incontro si è svolto a porte chiuse ed è durato per circa un’ora, riporta Ria Novosti.

La Turchia ha poi fatto sapere che i parlamentari tedeschi potranno incontrare le loro truppe in una struttura Nato a Konya, ma hanno continuato a escludere una visita alla base aerea di Incirlik, alimentando così la tensione tra Berlino e Ankara, riporta Anadolu.

Il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu, parlando ad una conferenza stampa congiunta con il suo omologo tedesco Sigmar Gabriel ad Ankara, ha dichiarato: «Attualmente sono possibili visite alla base della Nato a Konya, non a Incirlik». Gabriel ha detto che le forze armate tedesche sono controllate dal parlamento, e ogni parlamentare tedesco deve avere l’opportunità di visitare le truppe stazionate all’estero, secondo la costituzione.

Ha poi detto che il rifiuto della Turchia di permettere le visite a Incirlik non lascia molte alternative al governo di Berlino. «Mi dispiace, e chiedo la vostra comprensione, ma a causa di motivi politici nazionali, dovremmo spostare i nostri soldati», ha detto Gabriel. La Germania sta progettando infatti di trasferire le sue truppe da Incirlik in una struttura in Giordania.

Il giorno prima della visita in Turchia, il cancelliere tedesco Angela Merkel ha detto che Berlino (METTERE LINK A Berlino) continuerà a cercare opzioni per spostare le truppe dalla base aerea turca nei paesi vicini.

In una conferenza stampa dopo i colloqui con il ministro degli Esteri Gabriel ha osservato che Berlino ha sconvolto la decisione turca. «Non abbiamo ancora un piano chiaro su Incirlik. Ne parleremo ancora e condivideremo le nostre riflessioni con la parte turca, in ogni caso vogliamo risolvere questo problema in modo pacifico», ha poi aggiunto Gabriel. La Turchia accusa la Germania di aver rifiutato di consegnare i militari, che, secondo Ankara, sono stati coinvolti nel tentato colpo di stato nel luglio dello scorso anno, così come gli attivisti turchi del Pkk.

Luigi Medici