Turchia: arrestati i sostenitori di Gulen

46

TUCHIA -Ankara. 17/12/14. L’Unione europea non ha diritto di chiedere la liberazione di Gulen, ha riferito il ministro degli Esteri turco, Mevlut Cavusoglu ai, al canale TRT Haber TV ieri. Il ministro ha detto che l’arresto dei sostenitori Gulen non è una questione politica.

La polizia turca ha arrestato il capo redattore del giornale Zaman Ekrem Dumanli. Sono state fatte delle ispezioni presso la sede del quotidiano Zaman e presso la società di radiodiffusione Samanyolu, che si ritiene di essere associati con l’opposizione movimento Gulen. È stato riferito inoltre che 20 persone non identificate sono state arrestate. Si segnala inoltre che il 14 dicembre la Turchia ha condotto operazioni nelle azioni contro i sostenitori di Fethullah Gulen. Il 25 febbraio, diversi media turchi hanno detto che le conversazioni telefoniche di oltre 7.000 persone vicine a entrambe le parti di governo di partito e di opposizione del Paese, sono stati sotto controllo come parte di un’operazione anti-terrorismo contro i membri dell’organizzazione Salam nel 2011. È stato anche riferito che le conversazioni telefoniche del capo dell’intelligence turca, Hakan Fidan, sono state messe sotto controllore questa operazione di anti-terrorismo. Dopo questo, il primo ministro turco Recep Tayyip Erdogan ha accusato i rappresentanti del movimento Gulen di essere dietro le intercettazioni. Erdogan ha anche sottolineato che il movimento del Gulen (che è stato precedentemente definito come “struttura parallela”) con le sue attività anti-stato dimostrato che non è un movimento religioso, ma una struttura politicizzato e illegale». In precedenza, il primo ministro, aveva invitato Fethullah Gulen, che risiede negli Stati Uniti, di non intervenire negli affari interni della Turchia e ha accusato gli Stati Uniti di sostenerlo. Un procedimento penale è stato avviato in Turchia contro Fethullah Gulen per un tentativo di colpo di stato e di spionaggio contro la Turchia. In precedenza, il primo ministro turco Recep Tayyip Erdogan ha detto Gulen sarebbe stato estradato dagli Stati Uniti. Ma le autorità degli Stati Uniti hanno dichiarato che l’estradizione di Gulen è inaccettabile.