Georgia verso l’autosufficienza energetica

78

GEORGIA – Tblisi. 20/03/15. IFC, membro del Gruppo della Banca mondiale, la Banca asiatica di sviluppo (ADB) e la Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (BERS) stanno aiutando Georgia a sviluppare il suo potenziale di energia idroelettrica e raggiungere l’autosufficienza energetica, investendo nella costruzione e gestione di la centrale idroelettrica Shuakhevi, fonte BERS riportato dall’agenzia Trend.

Il finanziamento del debito 250 milioni dollari organizzato dalla IFC rappresenta la più grande mai investimenti privati ​​idroelettrica in Georgia, composto da due 90 milioni dollari prestiti a lungo termine senior, uno ciascuno da ADB e la BERS, e 70 milioni dollari da IFC. Investimento complessivo di IFC a questo progetto è di 104 milioni di dollari e comprende 34 milioni dollari di partecipazione nella società di progetto, Adjaristsqali Georgia, una joint venture tra l’India Tata Power e Clean Energy Invest della Norvegia (40 per cento ciascuno), e IFC (20 per cento). L’impianto Shuakhevi soddisferà la domanda di energia elettrica della Georgia durante l’inverno, riducendo la dipendenza dalle importazioni di carburante e aumentare la produzione di energia rinnovabile. Il progetto è volto a favorire il commercio transfrontaliero di energia elettrica in altri periodi dell’anno esportando energia elettrica verso la Turchia attraverso una linea di trasmissione finanziata dalla BERS. Il progetto andrà a beneficio delle comunità locali per contribuire a creare posti di lavoro, aumentando i redditi comunali, e l’aggiornamento stradale della zona. «Attraverso le partnership forti favorite dal governo georgiano, con i nostri partner azionari, Tata Power, IFC, e gli altri istituti di credito, stiamo realizzando il potenziale di energia rinnovabile della Georgia», ha detto Baard Mikkelsen, presidente di Clean Energy. «Questo progetto dimostra che il finanziamento non recourse transfrontaliera è disponibile per i progetti greenfield idroelettrici in Georgia, e sarà importante per lo sviluppo del settore e della Georgia». Nandita Parshad, direttore della BERS per Energia, ha dichiarato: «È particolarmente appagante vedere gli investimenti privati ​​in progetti di generazione di energia stimolati da investimento iniziale della BERS nella linea di trasmissione transfrontaliera Georgia-Turchia. Si tratta di un ottimo esempio di come la banca agevola gli investimenti del settore privato, nell’ambito del suo mandato per aiutare i paesi in via di transizione per aprire l’economia di mercato».
Questo è il primo progetto idroelettrico in Georgia certificato dalla Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici di riduzione delle emissioni di carbonio. Si prevede di produrre circa 450 GWh di energia all’anno e ridurre le emissioni di gas a effetto serra di oltre 200.000 tonnellate all’anno. Il progetto si sviluppa il sistema Shuakhevi idroelettrico 187 megawatt, costituito dalle centrali idroelettriche Shuakhevi e Skhalta situati nella regione Adjara, nel sud-ovest della Georgia. I lavori per l’impianto ha iniziato nel mese di settembre 2013, con l’obiettivo di iniziare la produzione di energia elettrica nel 2016. IFC ha sostenuto il progetto sin dal suo primo sviluppo nel 2011, attraverso InfraVentures IFC, insieme a Clean Energy Invest. Più grande azienda elettrica integrata di India e un pioniere in produzione di energia idroelettrica in India, Tata Power, è venuto a bordo nel 2013. L’investimento di IFC sarà completato da un finanziamento della Banca Mondiale della linea di trasmissione di potenza, che collegherà l’impianto alla rete nazionale della Georgia e migliorare il potere fornire alla regione Adjara.