Aboliti i tribunali speciali in Turchia

72

TURCHIA – Ankara 23/02/2014. Il parlamento turco ha approvato una legge, il 21 febbraio, l’abolizione dei tribunali militari che hanno condannato centinaia di ufficiali dopo la scoperta dei tantativo di colpo di stato della strutura di Ergenekon.

La mossa conciliante verso i militari, proposta dal partito di governo islamico, l’Akp, arriva dopo che il primo ministro Recep Tayyip Erdogan è oggi alle prese con uno scandalo di corruzione ad alto livello che ha coinvolto il suo entourage e fatto cadere alcuni dei suoi ministri. Il disegno di legge, che il presidente Abdullah Gul dovrebbe firmare, prevede l’abolizione dei tribunali appositamente incaricati che nel 2012 hanno condannato oltre 300 militari sia in servizio attivo che pensionati nel cosiddetto processo “Sledgehammer”: I loro fascicoli processuali passeranno ora ai tribunali ordinari. Il provvedimento potrebbe spianare la strada per nuovi gradi di giudizio per gli ufficiali militari condannati, un’opzione cui Erdogan ha già detto non si sarebbe opposto. Molte le critiche ai tribunali speciali: lunghi periodi di detenzione preventiva cui si aggiungevano le lamentele dei vertici militari sulla falsità delle prove presentate. L’esercito ha fatto tre colpi di stato dal 1960 e ha costretto alle dimissioni il governo islamico nel 1997. Il disegno di legge sembra essere un tentativo da parte di Erdogan di coinvolgere i generali, dopo avergli per 11 anni tagliato le ali.