TURCHIA. Dopo la Brexit la Turxit?

81

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha detto il 25 marzo scorso che la Turchia può tenere un referendum modello Brexit se continuare o meno nel processo di adesione all’Unione europea dopo il referendum costituzionale 16 aprile.

Parlando al il Tatlidil Forum turco-britannico nella provincia di Antalya, Erdogan ha detto che la Turchia dovrebbe probabilmente rivedere i suoi legami con l’Ue dopo il suo referendum del 16 aprile sulle modifiche costituzionali, riporta Anadolu.

«La Gran Bretagna ha preso una decisione con Brexit, ci possono essere cose diverse dopo il 16 aprile (…) Abbiamo un referendum il 16 aprile dopo di questo, possiamo tenere un referendum simile al Brexit sui negoziati con l’Unione. Quello che la nostra nazione deciderà, noi obbediremo», ha detto Erdogan.

Nel mese di giugno 2016, più della metà degli elettori britannici ha votato a favore per uscire dopo 46 anni dall’Unione europea. La Turchia presentato domanda di adesione all’Ue nel 1987; i negoziati di adesione sono iniziati nel 2005.

Tuttavia, i negoziati sono in stallo dal 2007 a causa della posizione della Turchia sulla questione di Cipro; inoltre, i governi tedesco e francese si oppongono all’adesione all’Ue del paese.

Erdogan ha anche detto che l’Unione europea si era trasformata in un parco giochi dei partiti politici “fascisti”, criticando il governo svizzero che aveva autorizzato una manifestazione del Pkk che ha preso di mira il presidente turco a Berna.

I sostenitori del Pkk, Dhkp-C, Ypg hanno preso parte a una manifestazione davanti alla sede del Parlamento federale, situato nella piazza del Parlamento a Berna, prendendo di mira la Turchia e il presidente Erdogan.

La polizia svizzera non è intervenuta per togliere il manifesto , che aveva una foto di Erdogan, una pistola puntata alla testa e recitava “Uccidi Erdogan”.

Il partito dei Verdi svizzeri ha inoltre sostenuto la manifestazione, a cui hanno partecipato circa 250 sostenitori del Pkk che hanno gridato slogan contro la Turchia ed Erdogan.

Erdogan ha detto che i politici europei dovrebbero mettere da parte le loro “cattive maniere” verso la Turchia nel più breve tempo possibile.

«Dovete sapere che c’è un limite alla pazienza della Turchia con l’atteggiamento che i paesi europei ci stanno mostrando”, ha aggiunto Erdogan.

Lucia Giannini